Archivi categoria: Linea d’ombra

Coraggio

Rigoni Stern avrebbe potuto lavorare a Torino, ma è stato uno dei pochi intellettuali che ha capito l’importanza di stare là, in montagna, a litigare con i suoi compaesani. Paolo Cognetti, oggi, a Internazionale a Ferrara, prende due semplici parole … Continua a leggere



categorie: Linea d'ombra
tag:
Lascia un commento

Preabbocco

Gli eventi si annullano e le conseguenze vengono caricate sul furgone: duecentocinquanta fette di torta di mele, un’ottantina di frecce staccate dai pali, dagli alberi, dalle grondaie delle case e dalla gola raschiata, ne rimane soltanto una, «che vuoi farci», … Continua a leggere



categorie: Forzalavoro, Linea d'ombra
tag:
Lascia un commento

Conceditelo

In reparto, in ospedale, nella stanza accanto una donna ricoverata inizia a suonare il clarinetto. Poco dopo, altri degenti arrancano in corridoio per andare a sentirla. Anzi: a vederla, suonare. Passa da un pezzo all’altro, riesco a riconoscere solo il … Continua a leggere



categorie: Linea d'ombra
tag:
Lascia un commento

Lo sai

Dice, una delle persone che stimo di più in tutti gli universi possibili, di se in rapporto agli altri: «se ammetto che sto male devo prepararmi alla resa finale, lo sai che peggio del fallimento, c’è solo l’apparenza del fallimento» … Continua a leggere



categorie: Forzalavoro, Linea d'ombra
tag:
Lascia un commento

Nivolet

Colle del Nivolet. Sabato di agosto, uno dei quattro-cinque giorni lontano dal computer che l’anno ti concede. Ad un certo punto della salita decido di lasciare l’auto e proseguire a piedi, mi sembra molto più onesto così. Salgo da solo … Continua a leggere



categorie: 200X, Asfalto, Linea d'ombra
tag:
Lascia un commento

Ventidue volte

Scrivo in tedesco a un ufficio turistico di una regione lontana, non so il tedesco, copio e incollo frammenti che traducono le mie parole passate, carico su un furgone fusti di birra non terminati e frigoriferi vuoti, mi invento una … Continua a leggere



categorie: Linea d'ombra
tag: ,
Lascia un commento

Sopporto solo una cosa

Seduto in ufficio, tre telefonate altrui diverse in corso, tu sei nel mezzo, le maniche della camicia arrotolate, le mani leggermente infreddolite, gli auricolari ormai consumati e difettosi ben infilati nelle orecchie ad ascoltare questa prefazione letta da Servillo con … Continua a leggere



categorie: Linea d'ombra
tag:
Lascia un commento

Sarà che non esci da mesi sei stanco hai finito i respiri soltanto

Un festival è come l’estate, ti porta lontano senza andare da nessuna parte. Un festival è come il finale di Gloomy Planets, ma fatta dal vivo, quando la tirano lunga, così lunga, ma senza cedere di una nota e sembra … Continua a leggere



categorie: Forzalavoro, Linea d'ombra, Scivola
tag:
Lascia un commento

La fantascienza

Credo di aver capito perché cerco (sebbene sporadicamente) di tuffarmi almeno fino alle ginocchia nel primo film di fantascienza che passa in zona. La fantascienza rende molto insignificanti le umane vicende, e al tempo stesso amplia esponenzialmente la portata del … Continua a leggere



categorie: Catene, Linea d'ombra
tag:
Lascia un commento

Guardare

C’è questa cosa, di mia madre, quando la metto a sedere sulla poltrona con le ruotine, e la spingo fin sul ciglio della porta, in camera. Lei protende la schiena, si spinge in avanti leggermente, per allungare il collo oltre … Continua a leggere



categorie: Linea d'ombra
tag:
Lascia un commento