Archivi categoria: 200X

YYY

Il sollievo è entrare in un pub di Verona che sta passando una playlist degli Yeah Yeah Yeahs. È ascoltare quante notti diversi possano esistere da uno sconosciuto che sceglie di pedalare, al buio, e con la voce impacciata ti … Continua a leggere



categorie: 200X, Forzalavoro
tag:
Lascia un commento

Nivolet

Colle del Nivolet. Sabato di agosto, uno dei quattro-cinque giorni lontano dal computer che l’anno ti concede. Ad un certo punto della salita decido di lasciare l’auto e proseguire a piedi, mi sembra molto più onesto così. Salgo da solo … Continua a leggere



categorie: 200X, Asfalto, Linea d'ombra
tag:
Lascia un commento

Arco

La toponomastica di Arco è eloquente. Cammini per le vie del centro storico e ti imbatti in Vicolo Stretto, Cieco, Doppio, Tortuoso, Erto. Ne capisci l’origine, dei nomi, percorrendoli. C’è anche Vicolo Umido, mi chiedo a voce alta «e questo … Continua a leggere



categorie: 200X, Asfalto, Forzalavoro
tag:
Lascia un commento

Le moquette verticali

“Dopo lo spettacolo, Ridolini”. O ancora: “Corsi professionali serali”. Cartelli così, sbiaditi dal tempo che passa e dall’unto nell’aria, appesi sopra un muro ricoperto da plaid invernali. La «moquette verticale», come quell’altra cosa là, verticale, il mare in cui sentirsi … Continua a leggere



categorie: 200X, Asfalto
tag:
Lascia un commento

Dirige l’orchestra: Beppe Vessicchio

Il taglio dei capelli è quello che smantella tutta la figura attoriale che si è coscientemente, minuziosamente e caparbiemente cucita addosso, su misura. L’eloquio non troppo forbito ma preciso, una dizione straniera a questa terra che unge tutte le consonanti … Continua a leggere



categorie: 200X, Forzalavoro, Linea d'ombra
tag:
Lascia un commento

1955

Sono giorni strani, lontani da casa, lontani da un solo minuto in cui riesca a non sentire una voce umana. Giorni in cui la migliore spiegazione della mia realtà potrebbe essere racchiusa in un fotogramma di Ritorno al futuro, quando … Continua a leggere



categorie: 200X, Linea d'ombra, Scivola
tag:
Lascia un commento

Afterlife / 2

Prima parte: Afterlife / 1 Afterlife, I think I saw what happens next It was just a glimpse of you, like looking through a window Or a shallow sea Could you see me? And after all this time It’s like … Continua a leggere



categorie: 200X, Asfalto
tag: , ,
1 commento

Afterlife / 1

Afterlife, oh my God, what an awful word After all the breath and the dirt and the fires are burnt And after all this time, and after all the ambulances go And after all the hangers-on are done hanging on … Continua a leggere



categorie: 200X, Asfalto
tag: , , ,
4 commenti

Le cose a metà

Nell’illustrazione sulla parete di fronte a me che sto fissando da almeno cinque minuti ad un certo punto noto un libro. Appoggiato sopra al tavolo, a fianco di una tazzina di caffè, c’è disegnato un volume dalla copertina verde: “Cartas … Continua a leggere



categorie: 200X, Catene, Linea d'ombra
tag: ,
Lascia un commento

Perché non ballate?

Mentre io, assieme ad altri due adulti, sto disquisendo sull’espressione di un portachiavi (un pesciolino di stoffa con la boccuccia serrata, labbro superiore carnoso e gli occhi lagrimosi: per alcuni orgoglioso, per altri sofferente), mi rendo conto di essere intrappolato … Continua a leggere



categorie: 200X, Asfalto, Linea d'ombra
tag:
Lascia un commento