Cose semplici e banali

A bordo strada resistono ancora dei cumuli di neve. Sono abbarbicati ai guardrail o nascosti tra le fessure dei marciapiedi, ma ci sono. Si notano poco: sono sporchi, neri, ricoperti di polvere e smog. Degli scarichi delle nostre vite.
Ho accostato di fronte a uno di loro, sono sceso e ho iniziato a prenderlo a calci. Mi sono aperto una frattura in uno di quei cumuli di neve sporchi a bordo strada, ho iniziato a scavare con le mani e alla fine al suo interno ho scoperto che era ancora bianco.

E’ una vita che le persone riescono a farmi sentire sbagliato.

In questo momento avrei soltanto bisogno di un misero abbraccio.

Questa voce è stata pubblicata in Asfalto, Catene, Linea d'ombra e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Cose semplici e banali

  1. Goldo scrive:

    Attimo, ti ricordi chi sono? l’amico di Scralco, mandami una mail va, che è meglio se famo due chiacchere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *