Siamo i Buoni, Michael

“Ma voi… Chi siete?”
“Siamo i buoni, Michael”

Dopo le buffe voci che giungono alle mie sfiancate orecchie di settembre, mi chiedo se sono io ad avere avuto una concezione simil-mafiosa dell’amicizia, oppure se altro non sono che una vittima della invisible Mafia Ferrarese, quella che traccia linee di demarcazione tra i Buoni e i Cattivi, quella dei dico-non dico e degli aperitivi e delle birrette. A non voler mai finire all’interno di nessun gruppo, si finisce per essere travolti dalle logiche massoniche di questa Città tra le nuvole abitata da corvi travestiti da rondini. Che, notoriamente, non fanno primavera. Fanno molto autunno. Nessuno si stupisce, tutti trovano tutto così naturale, scontato. Il massimo della reazione è: che vuoi farci?

Già, so’ ragazzi.

Mentre la soluzione più sensata al dubbio rimane come sempre contare almeno fino a 3000, incespico sui numeri periodici.

Questa voce è stata pubblicata in Catene e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Siamo i Buoni, Michael

  1. Alessandra scrive:

    non è una mafia. sono solo le persone ad essersi incattivite. è la società.

    un bacio

  2. Scralco scrive:

    Meglio soli fabio, meglio soli. Non ti curare di loro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *