Before you’ve had too much Come back and focus again

Il secondo motivo (o forze terzo, iniziamo subito con le parentesi, e gli incisi, e le precisazioni e…) per cui ho lasciato la Grande Madre Splinder, risiede nel fatto che avevo detto praticamente tutto quello che avedo da dire nell’ultimo post. Tutto quello che aveva per me una relativa importanza, nonostante tutti l’abbiano travisato, sia perchè non si capiva a cosa si riferisse (abitudine che non ho intenzione di perdere, ma anzi di rafforzare), sia perchè chi poteva anche aver capito vedeva solo quello che avevo lasciato in superficie (altra abitudine che, visti i tempi, ho intenzione di coltivare).
Sebbene sia così schiavo delle Abitudini (i miei primi 25 anni di vita sono stati un continuum di abitudini, praticamente sempre la stessa che è andata via via trasformandosi gattopardescamente), tuttavia le odio profondamente. La Grande Madre Splinder tale era diventata: abitudine. Rimanere nei confortevoli e immediati luoghi splinderiani, dove postare è così facile, seguire i blog preferiti tutti raccolti nella propria pagina dedicata così rassicurante (come un’abitudine, anche quella), iniziava però a risuonare come una metafora di qualcosa di più grande. Qualcosa che si avvicinava molto alla mia “vita”, tanto per dirla non enfaticamente. Avrei potuto traslocare in coincidenza di un evento –reale– altrettanto epocale, tipo laurearsi, cambiare città, trovarmi un lavoro… Oppure avrei potuto aspettare la fine di questo interlocutorio 2007, di cui poco vorrò trattenere.
Ma avanti di questo passo non avrei mai cambiato piattaforma, sarei sempre rimasto tra le braccia della Grande Madre Splinder. Si cambia così, senza menare troppo il torrone, senza annunciare a se stessi che siamo ancora capaci di riaprire gli occhi. Si cambia, e qui vengo al primo motivo, perchè bisogna “occupare tutti i centimetri del campo”.
Non sono (ancora) riuscito a importare l’archivio di tutto quello che ho scritto in 4 anni, non che ne valga la pena, solo che sono molto geloso e possessivo della mia Nostalgia. Però continuare così, senza zavorra, ci si sente molto leggeri e inutili, e qui veniamo, forse, al terzo motivo.
Ciao Splinder, mi mancherai come mi mancheranno questi 4 anni di vita, come mi manca ogni singolo secondo che cade dall’orologio e finisce pestato sul pavimento sotto i nostri freddi piedi.

Questa voce è stata pubblicata in Proclami e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

3 risposte a Before you’ve had too much Come back and focus again

  1. TheEgo scrive:

    This is your first comment. Welcome to WordPress! LOL :-)))

  2. Attimo scrive:

    Niente, la vita continua 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *