Noto con un mix di disgusto, soddisfazione e terrore la mia capacità di adattamento al cambio di situazione. Sabato pomeriggio un minuto prima ero in preda a una crisi di pianto per colpa di un header incluso che non ne voleva sapere di sputare fuori i dati corretti, un minuto dopo piombavo in piedi sulla sedia ad esultare per la conclusione di quella sottospecie di progetto web che mi ha tenuto inchiodato qui per tutto novembre. Il tempo di eseguire sobri festeggiamenti (un bicchiere di cocacola), e subito ero invischiato nella gelatina del Cazzeggio, dalla quale tento di ri-uscirne fino ad oggi, fino ad ora.
Mi sorprende, nello specifico, come per un periodo di tot giorni riesca a non fare nè pensare ad altro (mi addormentavo borbottando cicli if annidati), e mi basta raggiungere una parvenza di risultato per ritornare a giocare (e basta?) con i lego per terra sul tappeto. Doppia personalità.

Questa voce è stata pubblicata in Splinder. Contrassegna il permalink.

Una risposta a

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *