Riguardo al Profondo Rosso della Fontana di Trevi, indipendemente da come la si voglia vedere (commovente genialata VS pericoloso gesto "egoistico" da sopprimere) (che poi, per come la vedo io, è entrambe le cose), dicono bene i [dk]: perchè non ci abbiamo pensato noi?
Era così naturale in fondo, il sigillo a una situazione che abbiamo perennemente sotto i nostri occhi (chiusi). Alla fine recriminiamo sempre, sempre solo comunque, ma le idee vengono a qualcun altro. E noi ad arrivare un attimo o un’era geologica dopo, e sotto sotto invidiare tantissimo questi qualcun altro. A dimostrazione del teorema: pure questa considerazione, l’ho dovuta leggere da un’altra parte (dai decay), per poi esclamare "cribbio, la penso anchio così!". In ritardo su tutto, su niente.

Questa voce è stata pubblicata in Splinder. Contrassegna il permalink.

Una risposta a

  1. utente anonimo scrive:

    si, immagino che alla fine stiamo sempre un po’ a rosicare…è la forza delle idee clamorose, fuori dal corrente pensare. che fortuna che esistano queste persone “geniali” e che peccato che io non sia una di loro (ancora)…

    ale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *