Nel momento in cui per mandare un sms a una persona devi scorrere la rubrica, quando una volta digitavi il numero cifra per cifra, meccanicamente, beh, ti rendi conto che è ora di aggiungere una nuova definizione per la parola: passato.

Oggi inizia ufficialmente l’Estate. Voglia di festeggiarla come meriterebbe un Solstizio: attorno a pietre verticali impegnandosi in strani riti incomprensibili. Una volta capito che nulla ha un senso, cosa si può fare, se non ricominciare a cercarne di improbabili?

Ho perso la mia verginità: ho fatto la mia prima foto con un cellullare. Mi sento vulnerabile e violato, il che mi fa pensare che sia anche l’ultima. Almeno fino a quando non troverò un modo per scaricarle sul pc.

Questa voce è stata pubblicata in Splinder. Contrassegna il permalink.

12 risposte a

  1. utente anonimo scrive:

    bene bene…a quanto ho capito sei entrato anche tu nel club!

    per passarle sul pc prova con un cavo USB!

    baci, ale

  2. Alicesue scrive:

    che dici? una vacanza romana?

  3. attimo scrive:

    In lambretta, già. Un cavo dici, ma io ho l’IR 😛 (funzionasse…)

  4. PennyL scrive:

    Io ho un cavetto con cui scaricare le foto dal cellulare sul pc e ora il meccanismo “brutte foto per immortalare il momento in mancanza d”altro” è diventata una vergognosissima abituine 🙁

  5. attimo scrive:

    L’altra sera stavo per fotografare Fassino.

  6. PennyL scrive:

    Beh, un soggetto di tutto rispetto 😉

  7. Alicesue scrive:

    senti, se ti va, cambi il link accanto?

    Tanto il sito di Albatros è morto. Ora aggiorno solo splinder.

  8. ionontremo88 scrive:

    a parte il fatto che nel leggere il post pensavo che stessi parlando di me.

    e poi stavo notando:cacchio,sei un blogger ancestrale. Io nel 2004 non conoscevo nemmeno internet. Più o meno

  9. attimo scrive:

    E’ che sto diventando vecchio, più che altro.

  10. Minerva84 scrive:

    Buona estate in ritardo…e evita i cellulari per le foto. Non viene mai una bella cosa! Mai una volta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *