Pippo alle prese con un passante.Non ci ho mai dato grande peso, ma in queste ultime ore mi tormenta un inquietante dettaglio del mondo dei fumetti. Gli esseri umani presenti nelle storie di Topolino e tutta la sua cricca, indossano sempre un paio di guanti (vedi riquadro). Anche Topolino, Pippo, Gambadilegno sono corredati di guanti, ma del resto loro sono animali che parlano e abitano in case come le nostre, personaggi già abbastanza schizzati insomma per i quali una stranezza in più o in meno non fa molta differenza, mentre i Paperi vari non li portano. Uomini e donne sono sempre inquadrati con dei guanti infilati, in inverno sotto la neve e al mare in spiaggia. A cosa è dovuta questo maniacale dettaglio? Forse gli esseri umani, a Topolinia e Paperopoli, sono talmente invasati dell’igiene che non si arrischiano di toccare a mani nude il mondo esterno infettato da batteri e virus letali? Potrebbe altresì trattarsi di una sfumatura noir al racconto: infilano i guanti per non lasciare impronte digitali in giro (con quel rompicoglioni di Topolino a piede libero, non avrebbero tutti i torti) ed evitare di venire incriminati. La questione è aperta, e getta un’ombra paranoica sul mondo disneyano afflitto da una perversa e inspiegabile mania: gli esseri umani con guanti  (gialli, per giunta…) in ogni momento della giornata, a passeggio, al lavoro, mentre lavano i piatti, a letto con rispettivi consorti. Devo verificare se pure i poppanti nascano già con le peccaminone manine infilate in teneri guantini gialli.

Questa voce è stata pubblicata in Splinder. Contrassegna il permalink.

14 risposte a

  1. ViperaVenerea scrive:

    Giusto ieri leggevo una vecchia storia di Topolino dove Mini perde un guanto e le si vede la manina nera, con le dita stranamente lunghe,sproporzionate e senza unghie. Allora ho capito: è che i disegnatori Disney non sanno disegnare le dita. Tranne quelli di Paperino, ovviamente. Paperino ha come perversione sua propria quella che, pur non indossando pantaloni e non avendo genitali visibili, quando esce dalla doccia si avvolge con un asciugamano lì dove dovrebbero esserci (ma non ci sono) le pudenda. Perché?

  2. utente anonimo scrive:

    meraviglioso post. Ed è fantastico anche il commento di Vipera.

    purtroppo non posso aiutarvi nella ricerca perchè non leggo Topolino davvero da tanti anni.

    Ma ora ti linko. Vediamo se tra i miei “lettori” qualcuno ci aiuta.

  3. attimo scrive:

    Cogli un altro stranissimo dettaglio del mondo Disney. Paperino e così tutti gli altri della famiglia dei Paperi, girano abitualmente mezzi nudi, con solo la parte sopra del “corpo” coperta. Per il resto la zona genitale resta sempre scoperta, senza che se ne preoccupino! Eppure quando esce dalla doccia, pensa bene di coprirsi per evitare scabrose esposizioni! E’ assurdo!

  4. utente anonimo scrive:

    Questo dettaglio potrebbe essere un indizio sulla misofobia di Walt Disney…

    buyo

  5. utente anonimo scrive:

    :-DDDDDD

    é vero !!! non leggo anche io da parecchio questi fumetti ma ricordo questi particolari !!!

    La motivazione di Vipera sull’incapacità di disegnare le mani è strepitosa…

  6. theego scrive:

    I paperi hanno la pelle di colore bianco, pertanto vengono disegnati senza guanti avendo le mani più simili alle nostre. Girano seminudi, sono di fatto delle anatre bianche, dunque non hanno genitali dove termina lo stomaco. Un bambino associa i Paperi di Paperopoli all’animale vero e proprio quindi lo vede con la sua livrea e non si pone il problema. Il vestitino è importante semplicemente per caratterizzare il personaggio, distinguerlo e dargli i connotati (Paperino veste alla marinara, qui quo qua hanno i cappellini differenti per essere distinti, Paperoga è sciatto e ha sempre la cuffia con ponpon, Gastone è ricco e ben vestito…).

    Il mondo di Topolinia invece è diverso. Innanzitutto è più serioso, improntato attorno alle vicende di Topolino, quindi perlopiù poliziesche. C’è addirittura un commissario che a Paperopoli non c’è. Ecco allora che i personaggi sono in generale molto più vestiti come una persona normale. Avete mai visto Pippo (un cane nero), o Topolino (un topo nero) nudi? Appaiono molto ma molto di rado… anche in spiaggia li si preferisce ritrarre semivestiti per non spaventare un lettore piccino. Effettivamente impressiona molto di più un topazzo nero non vestito o un cane tutto nero che un papero bianco. Anche perchè Topolino e Pippo sono “umanizzati”: sono animali che hanno piedi e mani, mentre nella realtà camminano a 4 zampe. I paperi hanno invece le loro zampe d’anatra, sono insomma più simili all’animale vero. Anche le mani a Topolinia sarebbero troppo evidenti e così lontane dal senso comune di “mani”. Due protuberanze nere che in qualche modo possono diventare antiestetiche e sconvenienti, molto meglio un buon guanto giallo rassicurante.

  7. theego scrive:

    E aggiungo, nel marasma di cose buttate li in maniera raffazzonata: Paperino si copre uscendo dalla doccia perchè un essere umano ne ha la necessità e lo fa. I bambini lo fanno e devono vedere che i loro modelli lo fanno. Non avrebbe senso uscisse dalla doccia sgocciolando ovunque senza niente indosso, anche se non ha niente da coprire di scabroso. In fondo anche le Barbie sotto le mutande non hanno niente eppure le coprivate lo stesso no? 😉

  8. utente anonimo scrive:

    Il motivo reale comunque è perchè disegnare le mani è molto difficile.

    Motivo per cui anche i paperi hanno quattro dita, il quinto è molto problematico.

    Non mi ricordo dove ma so di averlo letto.

  9. attimo scrive:

    Poi dicono che Topolino è un giornaletto per cinni. Qui affiorano antiche paure del suo creatore, Yen Sid, motivi artistici (non erano capaci di disegnare mani umane) e teorie sociologiche rivolte a non intimorire ed educare il mondo infante. C’è addirittura un che di… “razzista” nel voler associare la connotazione di animale al tenero Paperino e considero più “umano” un arrogante petulante topazzo nero di dimensioni abnormi. C’è del marcio, a Topolinia. Continuo a riflettere sui guanti gialli, nel mentre, vi adoro tutti.

  10. Folle scrive:

    Topolinia come Sin City.

  11. Folle scrive:

    Grand Theft Auto – Paperopoli

  12. emmart scrive:

    Parole di Walt Disney: “Le gambe erano bocchini di pipa, che infilammo in un paio di scarponi enormi perché Topolino avesse l’aria di un ragazzo con le scarpe di suo padre. Non volevamo fargli zampe da topo, perché doveva essere umanizzato e gli mettemmo i guanti. Cinque dita ci parvero troppe per un esserino così piccolo, e glie ne levammo uno. Era un dito in meno da animare”.

    “Cinque dita ci parvero troppe è la frase più interessante, da un punto di vista psicoanalitico ^_^

  13. attimo scrive:

    Si fa luce sul mistero. Topolino amputato per non spaventare i bimbi :-O

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *