Potrei provare anchio ad aprire un locale, allenarmi per andare a Città del Capo, mettere su un gruppo rock, preparare la tesi, trovarmi un lavoro, organizzare una proiezione visiva, pianificare la prossima vacanza, innamorarmi, allestire una grigliata in spiaggia, imbastire la pratica per l’erasmus, diventare una persona migliore, o qualsiasi altra aspirazione che vi venga in mente. Perchè agli viene sempre in mente, cosa diavolo fare. Forse è così che rimangono immuni da quella vaporosa entropia (promemoria: ricordarsi di smetterla di usare termini di cui si conosce vagamente il significato) che ti avvolge come una sciarpa. Nè formica, nè cicala: nemmeno una bandieriuola che indichi la direzione del vento. Mi attraversa, e basta.

Questa voce è stata pubblicata in Splinder. Contrassegna il permalink.

3 risposte a

  1. edi scrive:

    “è così che rimangono immuni da quella vaporosa entropia che ti avvolge come una sciarpa”

    è una bellissima espressione, anche se non ne conosci il significato. Davvero.

  2. Minerva84 scrive:

    E’ necessariamente un male?

  3. attimo scrive:

    Non lo intenderei come bene o male, quanto come opportuno o inopportuno, ma forse non è il termine giusto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *