Buongiorno… e casomai non vi rivedessi, buon pomeriggio, buonasera e buonanotte!

Il mio alter ego espatria qui. Io invece non ho ancora deciso dove me ne vado.
Vi ho sentito.
Scriverò su foglie di betulla essicate e succhierò il respiro delle stelle. Su questi lidi invece, tutto si fermerà per un pò. Prima di partire saluto tutti quelli che mi conoscono. Prendete il porto d’armi per fronteggiare l’isterismo collettivo dilagante, nel quale è l’isterico a sembrare un rilassato e saggio eremita. Mi criticano per essere un tantino incazzoso, eppure il sangue scorre placido nelle mie vene. Forse perchè mi par di vedere, osservare (volti, gesti, smorfie), dedurre, capire. Si è persa l’essenza delle cose, si avverte la sua assenza. Sono in una fase della vita che non ha definizioni, per cui ne sforno alcune sul momento: in aggiornamento professionale, sosta ai box, tappa di trasferimento, liquidazione svendita totale. In realtà non c’è nessuna fase, è solo e semplicemente un luglio bevuto a sorsate. Poi ci sarà agosto, settembre, ottobre… Fondamentalmente non ho molto da dire, peccato perchè sono spaventato per il futuro e vorrei parlare con te. Afferriamo il silenzio.

Questa voce è stata pubblicata in Splinder. Contrassegna il permalink.

Una risposta a

  1. Ale_87 scrive:

    anch’io sono spaventata per il futuro…mi sembra tutto troppo impossibile ed improbabile. mi sento in una fase della vita che conosco fin troppo bene, solo che, ultimamente, è una fase più dura del solito. più si cresce peggio è. mi manca la beata ingnoranza dei bambini…e anche loro, con i tempi che corrono, non sono poi tanto spensierati.

    Buona sosta ai box. ripragramma i dati con cura e fai buone vacanze.

    un bacio, ale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *