Altra annotazione sugli U2 e poi basta, altrimenti finisco per passare come un loro "fan" quando non lo sono. Ma quanto basso, bassissimo senso del pudore (nei confronti della loro storia, ma anche in generale) hanno nel mettere questi latinismi come UNOS DOS TRES CATORCE, OLA! e il quasi ridicolo DOND’ESTA! (che io mentre canticchio storpio in ANDOSTA) nel loro ultimo singolo?
Mistero.
E ora aspetto al varco, e spero anche sotto al palco in un futuro prossimo, i miei cari Coldplay, col disco nuovo in procinto di uscire questa primavera. Certo, con canzoni del genere, per il mio modestissimo e scontato parere, possono vivere di rendita per una ventina di anni (esagerato).

Questa voce è stata pubblicata in Splinder. Contrassegna il permalink.

2 risposte a

  1. lux7 scrive:

    fosse per me morirebbero di fame….

  2. attimo scrive:

    Spietato tu sei.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *