L’io
L’io è quello seduto in fondo a un tempio, coperto da file di buonistanti incappotati di nero e di punti saldi. Se ne sta seduto giocherellando con mani nervose. Vede un uomo storpio, devastato da un incidente, pregare con maggiore intensità di prima, e sorridere rivolgendosi al prete che celebra la fine della liturgia. Questo all’Io fa riflettere. L’io è quello che guarda fisso nel vuoto scricchiolare tutto quanto intorno, le immagini intorno a lui sembrano vetri crepati. E lui se ne sta seduto a fissare il vuoto. L’Io è quello che si siede sul divano a sfogliare il giornale del giorno prima, che invia sms senza neanche sapere bene il perchè. E quando lo sa, gli spuntano altri punti interrogativi, ma come si fa a raddrizzarli in punti esclamativi? L’io è quello che domani parte per una settimana, e va bene, facciamo questo sforzo. L’io è quello che fa sforzi inutili ed è quasi succube di quel suffisso: in. L’io è quello che ha veramente poco da raccontare, ultimamente, e scorge l’unica ancora di salvezza nel scivolare nelle pieghe del tempo, una tenda sbattuta dal vento che ti salta in faccia o ti si attorciglia alle gambe o rimane immobile, e nella sua semitrasparenza intravedi le porte del Paradiso. L’io è un’alchimia di tutti gli ismi dei giorni precedenti, è molto di più, e molto di meno. L’io è quelle parole che vorrebbe uscissero dalla sua bocca a raddrizzare punti interrogativi. Il Natale si annida tra stanze di ospedale, tavole imbandite, furti di insegne, strette di mano, un telefonino che si accende, e uno sguardo che si spegne. L’io parte per un pò, senza andare da nessun parte. Buon tutto, comunque.

Questa voce è stata pubblicata in Splinder. Contrassegna il permalink.

5 risposte a

  1. lux7 scrive:

    ti sei dimenticato il segaiolo

  2. utente anonimo scrive:

    in tutto questo mi sembra di leggere un “vado in montagna”….chissà perchè? culattone

    -Folle-

  3. natsukusa scrive:

    buon tutto a te.
    da’ aria al tuo io, oppure sopprimilo.

  4. bando scrive:

    buon tutto o buon niente_tanto è sempre lo stesso

  5. attimo scrive:

    Ci sono un mare di faccine nei commenti che mi hanno lasciato sgomento. Per cui ricambio i buon e taccio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *