La vita continua. C’è stata una festa di blog. Un marasma di gente. Tantissime mani strette. Un materializzarsi di parole elettroniche in un viso, in un sorriso o in una pacca sulla spalla. Finalmente, direi. Ma la vita continua, e chi ha il tempo per fermarsi a rendere virtuali incontri reali? Sarebbe, per una volta qui dentro, il percorso inverso, perchè di solito partio da qui, dal virtuale, e lo faccio venir fuori nella realtà. Stavolta, grazie al provvidenziale assist che mi forniscono i miei impegni quotidiani, lascerò là nel reale, tutte quelle persone (non blogger, persone) che ho incontrato, senza farle intaccare dal solito post virtuale. Chiamatelo opportunismo metafisico da quattro soldi per evitare il megapost-resoconto del day after, io preferisco vederla come un sigillo a un’ondata di persone vere, diverse da come le immaginiamo e tutte meravigliosamente normali, nel senso più nobile del termine, pur con le loro storie, smorfie e stranezze.

Questa voce è stata pubblicata in Splinder. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *