Dove ero rimasto?
Domenica 1 minuto di fittizia libidine elettorale. Entro disgustato ed esco altrettanto disgustato dalla cabina elettorale, ma fare crocette su schede colorate mi dà l’illusione di contare qualcosa. E’ un momento molto democratico e mi verrebbe quasi da dire costruttivo, l’atto del votare. Perdonate il mio debole per le questioni civili, subito annientato dal cieco livore pessimistico verso la merda che c’è intorno, ma a volte mi scappa da crederci negli atti cerimoniali (ormai svuotati) di una società civile. La questione più importante, ad ogni modo, è che la nostra Nazionale fa pena. Peccato, avevo tanta voglia di festeggiare e “fare casino”, di esaltarmi per le imprese di miliardari fighetti in mutande, che mi illudo (un pò come per la storia della cabina elettorale) rappresentino sport e italici passioni, momenti di aggregazione e di fervore per manifestazioni internazionali che tanto assomigliano a sagre collettive di prati verdi, incitamenti e birra a go go. Per cui venerdì vedete di giocare come si deve, che ho una bandiera impolverata sopra all’armadio che ha tanta voglia di prendere un pò d’aria. A proposito, lo sapevate che dormo sotto il suddetto armadio?
Sarà forse per questo che ho bisogno di circondarmi di avvolgenti strati di cospirazioni mentali quando sono sveglio, abituato a dormire avvolto dalle venature del legno. Non vi ho convinto, eh? Chi si sente continuamente in balìa di altre persone, e per persone non intendo esseri umani ma “concetti e corollari” di essere umani, e il termine “balìa” lo intendo riferito a “stati d’animo” (sempre da loro, si finisce), capirà.
Ah, dimenticavo. Tra esami e altre cazzate varie, ho mancato di visitare i blog, ultimamente. Chiedo perdono a Splinder. Ma avevo voglia di parole scritte nell’aria e non su schermi di pc. Tradotto: non ho avuto tempo.


Questa voce è stata pubblicata in Splinder. Contrassegna il permalink.

5 risposte a

  1. Ale_87 scrive:

    altro post estremamente bello. non so come fai, ma leggerti mi mette tranquillità, mi lascia un velo di calma e libertà nella testa…mi piace troppo come scrivi.

    poi, d’accordo con te sul tema “democrazia” e sulla bandiera impolverata. spero che venerdì l’Italia faccia ciò che è pagata per fare: vincere.

    complimenti ancora per questo blog!

    😉

  2. Folle scrive:

    io lo so come fa a trasmettere il senso di calma, è qualcosa che lui ha dentro, se lo procura con….ma per decenza non lo dico va….ghghghgh

  3. Attimo scrive:

    Eh? C’è un dottore in sala?

  4. Ale_87 scrive:

    attimo, il dottore è per me? 😉

    kiss, ale

  5. Attimo scrive:

    No, è per il Folle qui sotto che sproloquia… 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *