Sono gli occhi asson…

Sono gli occhi assonnati di Tyler. Oggi avevo appuntamento con la Noia. Ci frequenteremo spesso, nelle prossime settimane. Ormai siamo vecchi conoscenti, a volte litighiamo ma in genere ci riconciliamo subito. Lei sa cosa voglio io da lei(e me lo nega), e io sono un tipo mite, il più delle volte, e non ci faccio neanche più caso alla sua presenza. E’ come il dottore, o il pesce di venerdì. Sai che lo reincontrerai, pazienza. Ma non versiamo sempre del latte, non piangiamo sempre addosso. Piuttosto testa alta, e pedalare. Produci e cavolo vuoi notare si o no gli aspetti positivi e costruttivi del tuo contesto e di tutto il resto? Disciplina ragazzo, ti ci vuole sempre uno che dia una bella tirata alle briglie, un pò come gli occhi di Fra Cristoforo. Come quando questi occhi vedono intorno a se persone che in ossequi alla disciplina, si alzano tutte le mattine per andare a svolgere il proprio dovere. Occhi che vedono persone che fa lavori che non gli piacciono, ma lo fanno ugualmente. Puntali ogni mattina si presentano a offrire il loro servizio. Ci sono milioni di persone che svolgono mansioni, si danno da fare, per qualcosa che in fondo in fondo, non lo sentono proprio, che non vorrebbero fare, ma fanno. Persone incasellate al proprio posto, silenziosamente magari gli scappa di ripetere ogni tanto il rosario dei rimpianti e dei se e dei ma. Ma li ritrovi ogni mattina al loro posto. In queste caselle, ci vedo Noi, come tanti pezzi di un puzzle che mai scardineremo, mai manderemo all’aria. Pochi, veramente un numero irrisorio sono i casi di caselle fatte esplodere. Per il quieto vivere cosa non saremmo disposti a fare. A volte mi sento come un ragazzo appoggiato alla parete al ballo scolastico che vede tutti quanti ballare in mezzo la pista. Solo che la pista è la vita, e quelli che ballano sono quelli che svolgono regolarmente le proprie mansioni. Scuola, lavoro, famiglia, regolarmente siamo al nostro posto, a fare lavori che odiamo o amiamo, a comprarci cose che ci servono o che ci sono inutili, a stare con persone che vogliamo bene o non ci interessano. Senza se e senza ma, nelle nostre caselle. Per i dannati pezzi del puzzle che decidono di saltare per aria, c’è solo il pavimento polveroso. E io, da brava pedina, guardo e mi stropiccio gli occhi assonnati.

Questa voce è stata pubblicata in Splinder. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Sono gli occhi asson…

  1. Dalia scrive:

    vedi noia e/o sonno!

  2. margheritai scrive:

    già…ho risposto al post precedente e mi sono risposta a quello dopo… sembrava un rompicapo! grazie!!!:)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *