Il tempo. Grigio e polare. Aiuta molto. Ma anche tutto il resto aiuta. Dà la sua brava mano del cavolo.E io non voglio essere da meno. Ci dò dentro. Alla grande. E in questo campo modestamente faccio la mia figura. Quella porta semisocchiusa non la sopporto. Chiudetela quella porta, non lasciteci uno spiraglio. Che poi entra luce, rumore, voci che non voglio sentire. Chiudetela per bene. Fatemi alzare il volume delle casse. Ok, mi metto le cuffie. Così non disturbo nessuno. Ci si mettono anche le coincidenze, gli imprevidibili aiuti esterni che contribuiscono. Grigio e polare. Grigio e basta. Un volto sul finestrino dell’autobus. Un volto, lo stesso, di fianco a quel finestrino. Il freddo. Il vento pungente. Punge proprio. Guarda le mani. Sono rosse. Il resto grigio. Grigio e basta. La promessa di calarti le mutande davanti al Duomo se. Quelle parole. Stridenti dette da te. Come queste che scrivi. Esistono loro? O esisti tu? Esistono gli altri. Forse. Quando non capisco le cose, mi innervosisco. Oppure divento terribilmente cupo. Grigio e basta. Oggi sono stato veramente bravo. Ho saputo cogliere l’attimo. L’unico tipo di attimo che sono in grado di acchiappare. Quello della malinconia. L’ho curato per bene. Gli ho tenuto compagnia per tante ore. E’ cresciuto… piano piano… inesorabilmente e nascosto. Al riparo dal freddo. Un’ora. Una mattinata. Ora è una Giornata. Dovreste vederlo. Quasi quasi mi commuove. L’ho cresciuto io quell’attimo. Ma non ne vado affatto fiero. Quel volto sul bus non credo ne andrebbe fiero. Nessuno lo sarebbe. Ma sì, sprofondiamo. Chissà che non trovi l’illuminazione. Give me heart and give me soul.

Questa voce è stata pubblicata in Splinder. Contrassegna il permalink.

10 risposte a

  1. Dalia scrive:

    E così sia,bourbon per due.E ci anneghiamo un pò di cubetti di ghiaccio e malinconia.Sempre che lei non anneghi noi nel bicchiere mezzo vuoto.

  2. alexxandra87 scrive:

    hey ma scrivi proprio bene!! Complimenti….io odio il grigiore del cielo,mi fa sembrare tutti tristi e mi fa diventare depressa!! *Ale*

  3. Dalia scrive:

    Devi insegnarmi a nuotare allora.Oppure lanciarmi una ciambella anche dov’è la malinconia è bassa.

  4. Attila scrive:

    “Bisogna fare molta attenzione con la gente felice” Stefano Accorsi, Jack frusciante è uscito dal gruppo (1996)

  5. Dalia scrive:

    Se sapessi dov’è e non riuscissi a risalirla questa benedetta scaletta,sarebbe anche peggio.Mare aperto..piscine..cambia poco,tanto l’onda se vuole sommergerti,ti raggiunge lo stesso.Anche nella vasca da bagno.

  6. malinconia scrive:

    Non capire le cose non è grave. L’importante è perdonarsi ciò che non si è capito. Buon vento

  7. BeStIoLa scrive:

    bellissima la foto delle nuvole a fianco!Gran bel blog,complimenti

  8. absinthfreespirit scrive:

    ciao attimo theego ha detto di rivolgersi a te per problemi.. nella homepage di ciccsoft mi manca il .com nel contatto msn… grazie

  9. blasco scrive:

    Bè io di quegli attimi di malinconia ne ho allevati una piccola famiglia, ne ho aggiunto uno anche ieri sera. Ormai ne sono pieno, ma sai com’è, è quasi un vizio, quando cominci poi non smetti, credo lo chiamino autolesionismo…

  10. utente anonimo scrive:

    ciao da ingegnèria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *