Anyway, the show must go on. Riporto ora un pensiero venuto in mente ieri e questa mattina. Peccato che mentre vado in bici non riesca a postare sul blog… E poi come sempre le parole non rendono al 100% lo stato d’animo.


Ma stamattina c’è un’aria così tersa, un cielo così azzurro. E’ tutto luminoso, vivido. Il muro anonimo di un capannone allo stesso modo delle foglie appena ingiallite. Natura e artifizio vivide alla stessa intensità. Posso dire che è “bello” quello che vedo? Una bellezza assurda e penetrante. Sono quasi spaventato. Ed è uno spreco usare uno scenario del genere per una banale giornata ad ascoltare la lezione.

Questa voce è stata pubblicata in Splinder. Contrassegna il permalink.

5 risposte a

  1. Dalia scrive:

    Buona giornata anche a te,anzi buon spreco di giornata 😉

  2. Il_Fra scrive:

    Stamattina mentre andavo in facoltà alle 8 di mattina c’era il sole rosso che spuntava e colorava tutto il cielo all’orizzonte…
    Sicuramente sono cose che mettono di buon umore 🙂

  3. utente anonimo scrive:

    Tutti riescono a sentire la propria voce, se lo vogliono. Siediti, tranquillo, e pensa. Rifletti su di te. Le parole usciranno fuori da sole. Ma te però non perdere mai il treno…baciok

  4. Ti capisco quando dici che vorresti postare quando vai in bici e che hai poco tempo x scrivere sul tuo blog… a me succede lo stesso! Mentre cammino x andare in univ mi vengono in mente mille cose ma poi quando arrivo a casa e ho 10 minuti di tempo ho la mente svuotata! Ciao!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *